Una nuova Statua nei fondali di Baia

vague

Pubblicato il 20 juin 2020

 

È arrivata ieri a Roma, nei laboratori della Scuola di Alta Formazione per il Restauro – ICR, la statua rinvenuta nei fondali di Baia nel 2013.
Saranno qui ricomposti i tre frammenti di marmo bianco di questa figura femminile elegantemente avvolta nel suo movimentato peplo.
Tale attività dà seguito a quanto avviato dal compianto dott. Paolo Caputo, allora responsabile del Parco Sommerso di Baia, prematuramente scomparso poco dopo il recupero. Fu infatti subito predisposta la necessaria e delicata fase di desalinizzazione e costante è stato il monitoraggio del danno creato dalla presenza di grappe, inserite già in antico.
Il ritorno della ricerca nell’area del rinvenimento, nei pressi dei mosaici geometrici policromi recentemente scoperti, ci ha spinto a riprendere il dossier, con l’obiettivo di esporla al più presto.
Fonte: EG Parco Archeologico dei Campi Flegrei

la source: centrosubcampiflegrei.it

Tripadvisor